svoltando un angolo

21/07/2011 at 1:39 pm

E’ strano come i ricordi possono sostanziarsi in un attimo.

Venerdì scorso vagavo per le vie attorno a porta venezia cercando il pick point di un noto store online.

Quelle vie mi parlano del passato universitario quando andavo in pellegrinaggio al negozio della Great Dane Records specializzata nella vendita di concerti pirata. Ai tempi la cosa era totalmente lecita bastava versare su un libretto intestato al proprietario dei diritti il corrisettivo SIAE ed eri a posto.

Poco più in la il negozio dove lavorava l’amico R. e la sera ci ospitava per tornedi di giochi online … una intranet … in pratica.

Passano i giorni e il pensiero degli amici lontani si affievolisce ed ecco che uscendo dalla porta dell’ufficio appare l’amico G, ci diamo un occhiata veloce di quelle in cui ti dici ma, abbassi gli occhie, e poi alzi di nuovo gli occhi e dici e si.

Pochi minuti a parlare del passato a  ripensare a quel tempo antico in cui si vagava per  la città tra cinema e locali, con i primi cellulari e le invidie per storie d’amore.
se fossimo stati in un film ci sareammo scambiati la mail il numero di cellulare il contatto di facebook ma siccome non siamo in un film per quel veloce attimo abbiamo rivissuto i sorrisi dei nostri vent’anni e ci siamo salutati e io sono andato da mw e lui è andato via con il cane.

E’ 10 anni che camminiamo per le stesse vie e ci siamo incontrati proprio nei giorni in cui mi sono ritrovato a penasre a quegli amici perduti… è proprio vero che i ricordi danno sostanza agli eventi casuali !