vento

Questo vento hce spazza il cielo e lo rende limpido mi da l’idea che sia qui per gonfiare le mie vele e farmi prendere il largo.

In me vi è un inquietudine quasi primaverile e una delle prime cose da affrontare è certamente quella di cambiare aria lavorativa.

Tra alti e bassi in questo ufficio mi sono incastonato in una routine quasi rilassante solo che è ora di prendere nuovi lidi e di partire verso nuovi orizzonti.

Devo solo capire da parte cominciare per cercare un nuovo posto lavoro e cosa diamine voglio andare a fare.

Certamente è ora di lustrare il curriculum e di far scintillare il sorriso ( e magari farsi un bide come dice il mio augusto padre)

fatalisti

Con i mezzi pubblici sono fatalista : non corro per prendere la metro che sta per passare o l’autobus che passa all’orizzonte mi dico : se devo prenderlo lo prenderò.

E’ faciel per altro dirlo la mattina quando non hai voglia di arrivare in ufficio ma la sera quando l’autobus meno puntuale del regno lo vedi all’orizzonte tenti uno scatto.

L’ho fatto due volte :

una volte sono stato fermato da un gruppo festante di cani che aveva cominciato a correre verso di me allegramente … e io temevo che volessero mangiarmi …

oggi sono corso facendo uno scatto degno di un bradipo missile (anche se nella mia testa mi sentivo come carl lewis ai mondiali in giappone) sono arrivato vicino all’autobus che correva via.

E quindi avrei dovuto continuare a camminare magari e l’avrei preso se fosse stato destino

oppure il fato mi ha aiutato che oggi non volevo prendere l’autobus con la collega perchè volevo leggere un pochetto e non avevo voglia di parlare

solitudini

Quando entro in splinder e vedo amici zero a volte mi sento triste perchè mi dico non ho amici.
E’ un pensiero stolidissimo perchè ho molte persone vicine che chiamo amici ma vedere lo zero non so mi mette tristitudine ….

che volete farci un bicefalo è un bicefalo no?

pensieri triviali

Quando uno legge il titolo di una rivista ( consulatata per non meglio precisati motivi di lavoro ) e scopre che
Barbara d’Urso ha 40 anni ma ne dimostra 20 perchè mangia il baobab uno fa dei commenti poco signorili visto le assonanze del baobab e i pensieri indotti dalle sue procaci forme …. e dal suo modo di fare da maestrina un po sado maso :P

chat … blog … forum

Oggi ho capito che tutti questi luoghi sono uguali … sono sfaccettature dello stesso solido o meglio sono la stessa medaglia vista da angolazioni e con occhiali di colore diverrso.

Ho anche capito ancora una voglia di più come tutti noi abbiamo bisogno di comunicare e di comunicarci e che in questo mondo dove in ogni attimo possiamo sentire chiunque sentiamo il suono della nostra solitudine …

 un fischio che assorda tutto il resto e che ci fa sentire solo quello …

il grande bruce springsteen diceva quando sei da solo non sei altro che da solo e quando ti senti solo, aggiungo io , lo sei ovunque perchè non riesci a stare nemmeno in compagnia di stesso .

il computer a letto

Certo quando uno si porta il pc a letto e guarda con sguado ammicante il partner e dice "lavoro ancora un po "  certamente qualcosa nella coppia non va del tutto bene.

Uno studio dice che chi passa troppo tempo davanti al computer riduce il numero di amicizie … ma non saprei potrebbe anche allargarle e trasformarle certo è che siccome ci sono 24 ore nella giornata e 9 /11 sono dedicate al lavoro e agli spostamenti ad esso collegati e qualche ora bisogna pur dormirla se si sta molto davanit al pc molti degli amici del fisico vengono trascurati.

IO ogni tanto mi sono portato il computer a letto ma spesso perdo la connessione wi fi oppure la batteria del pc si scarica e allora la  tecnologia mi dice che bisogna dormire.
se avessi una partner a letto con me spero che mi tolga il pc di mano e mi ricordi che ci sono posti più morbidi dove mettere il naso.

plutone

Non importa cosa dicono … non importa cosa sentenzino gli SCIENZIATI con tutte le lettere maiuscole tu rimarrai sempre un pianeta per me.

Sei la in fondo tutto solo e soletto un pezzo di roccia solitadio che non viene nemmeno scaldato dai raggi del sole e hanno deciso che non sei un pianeta ma dico io è proprio vero che la deriva eugenetica sta prendendo piede.

filsofeggiando

se la paura non fosse cos’ affascainante se dentro di noi non fosse scolpita la voglia di andare oltre le nostre paure e la forza di affrontare i nostri demoni probabilmente saremmo dei timorosi animali con poco pelo denti loffi e unghie che si spezzano e saremmo le vittime sacrificali di tanti altri animali che hanno molte più armi per farsi largo nella vita.

 

siccome siamo animali che trovano un certo godimento nell’affrontare la paura e in cui l’adrenalina porta ad esaltare ogni azione abbiamo affrontato le nostre paure e le abbiamo sconfitte.

Temo che il male della società moderna è che affrontiamo le nostre paure solo vedendo un film al cinema e per molti altri versi facciamo gli struzzi (ingoiamo di tutto e tendiamo a difenderci con la testa nella sabbia).