un paese gattopardesco

La consuetudine di 20 anni di berlusconismo ci avevano insegnato che il pdc doveva avere il supporto del popolo e che quindi doveva essere eletto il leader della coalizione vincente.

non vinte le elezioni Il Bersanone (leader della coalizione con la maggioranza alla camera) si è sfilato. Dal caos è emerso letta (vicepresidente del partito di maggioranza della coalizione) ha formato un governo che non ha fatto niente.

Intanto sempre il pd ha eletto il suo segretario (con una cosa sicuramente democratica con regole lasche per identificare i votanti ) e questo ora sale dal soglio di presidente del consiglio.

la costituzione (la migliore del mondo, scritta dagli uomini più saggi dai tempi degli illuministi) non è mica stata infranta.

E’ stato infranto tutto quello per cui renzi si era presentato alle primarie e se fossi un elettore del PD sarei scettico , se fossi uno del movimento 5stelle sarei incazzato essendo un elettore liberale senza casa dico vediamo cosa fa … andare alle elezioni adesso cosa cambierebbe?

avremmo un enorme voto di protesta che rappresenta al meglio il nichilismo depresso e senza speranza per il futuro che è proprio di questa Italia (e forse di questo occidente).

Che salga al potere e faccia quello che ha detto: al massimo avremmo le riforme di cui il paese ha bisogno (essendo lui narciso come tutti i politici no saprà governare contro la piazza temo) al peggio avremo un governo inconcludente come questo …

Ricordo ancora come fosse ieri quando demita divenne presidente del consiglio (credo non dopo elezioni) radio due titolò con retorica degna del Minculpop “in un momento grave per il paese la DC risponde con il suo massimo esponente il suo segretario de mita”

In soldoni non è cambiato niente in 20 anni di iper italianità rappresentata da berlusconi e dal suo caravan serraglio di donnine più o meno allegre e di consuleti più o meno rampanti.

E’ cambiato il modo che abbiamo di percepire le cose e la voglia di far polemica dei mezzi di informazione che sono incatenati a padroni diversi invece che allo stesso…

Sono felice? per nulla vorrei un riforma costituzionale vorrei che ognuno di noi partisse dal concetto che siamo noi cittadini che possiamo invertire la tendenza delle storture del paese mettendo in pratica quel vivere civile che agognamo.
Vivere che rappresenta il rispetto del prossimo, della cosa pubblica e che parte dal presupposto che il lo fanno tutti non è una scusa decente … è solo una pettinata per pigri …

Cosa posso fare per il momento? lavorare sodo, cercare di portare il mio pizzico di miglioramento al paese lottando anche contro le storture (in)organizzative del mio posto di lavoro.

Le lamentele al vento contro i politici con lo stesso tono con cui ci si lamentava di zeus, o del tempo serve a nulla …

Potremmo scendere in piazza, ma sarebbero manifestazioni degne di una processione dietro al santo.

Lavorare lavorare lavorare (se ce le permettono) ed educazione e rispetto del prossimo di noi stessi sempre …

pensionateli

Non penso che la politica non debba essere una professione, perchè richiede soprattutto nella gestione della cosa pubblica una conosenza dei meccanismi che non è semplice da imparare e quindi non si deve buttare via l’esperienza pregressa. si potrebbe pensare ad un meccanismo per cui se uno non viene ri-eletto non si possa più ripresentare … ma forse è una cosa antidemocratica.

Quello farei, considerato che c’è un limite minimo di età per accedere alle cariche pubbliche, è di imporre una età massima: quando arrivi a 65 anni non puoi più fare il ministro, primo ministro non puoi ricoprire incarichi pubblici se non di mera rappresentanza. In un amen sai di quante cariatidi ci liberiamo?
Certo a vedere le nuove viene da piangere, ma alla fine un po’ di cambiamento non può che farci bene

compiti per le vacanze

Sento sempre dire cosa non va in questo paese e qualcuno dice parliamo di quello che va… cose inutili la cosa utile è capire cosa fare per fare andare bene il paese.
Perchè alla fine la lezione di kennedy è sempre valida ” non chiederti cosa il paese più fare per te, chiediti cosa puoi fare tu per il paese”

Quindi compito delle vacanze trovare un modo per migliorare il paese fatto a forma di stivale pronto a tirarti un calcio nel sedere.

altro giro e altro regalo

Finite le elezioni comincia la nuova campagna strisciante e la rivincita pronta ogni scossone alle regionali, ogni sussulto alle europee e via a dire che la maggioranza di governo è ormai stata sfiduciata dalla gente.

Questa campagna elettorale strisciante fa si che nessuno governi perchè il governo del popolo del fax e della protesta fa si che ci sia solo nichilismo e poichè c’è bisogno di fare scelte impopolari che vanno dai cantieri che ti passano sotto casa, delle discariche oltre la collina, dei gassificatori oltre il colle e via discorrendo.

Vivere in una comunità vuol dire accettare oneri ed onori avere diritti e doveri.

Le scelte difficili sono anche nell’ottimizzazione della spesa pubblica capendo come meglio impiegare le tasse e come ridurre le pressione fiscale …

se ci si affida alla protesta se la si cavalca per la campagna elettorale strisciante non si andrà mai da nessuna parte ….

quelle facce un po così

Sempre figli della fisiognomica sento da varie parti chi scruta il volto delle persone e cerca di vaticinare il voto, errato approccio secondo me molto più utile sentire la cadenza di come uno parla … ma anche questo è miope perchè ormai i vecchi canoni sono andati a quel paese bastava sentire ieri sera il pacioso pensionando bertinotti che discuteva con maroni sul futuro dei difensori degli operai, e su chi difenderà i loro interessi in futuro e sul voto dei gggggiovvvanniiii

indignazione

Ondata di indignazione e fiumi di mail lettere e fax di protesta per gli stipendi d’oro dei calciatori.
La pubblicazoine della busta paga di un calciatore sul noto giornalke il cui colore annuncia molto bene il tipo di giornalismo che sempre più viene praticato da codesto quotidiano.

MA dico io non se l’immaginavano? e poi la busta paga indica che le tasse vengono pagate fino in fondo no?
Certo prendono degli stipendi incredibili ma poichè non credo che le società di calcio siano degli enti di beneficenza vuol dire che il giro di denaro mosso dai calciatori è tale da giustsificare certe cifre che si intascano.
Putroppo i soldi che muove il mio lavoro sono talmente pochi che non posso pensare di prendere uno stipendio miliardario.

Forse le politiche dei salari italiani non sono le migliori ma non penso che quello che ci dovrebbe far indignare debbano essere gli stipendi dei calciatori o dei personaggi dello spettacolo … gli stipendi e i benefici impossibili sno quelli di aziende che siano in grave crisi economica oppure i benefici di chi fa molto per ottenere poco.

Certamente anche gl istipendi dei calciatori dovrebbero essere vincolati a dei benefit per obiettivi raggiunti. ma il problema grave è che se tutte le squadre del mondo o d’europa non lo fanno non si potrà mai arrivare a questo modello contrattuale.

Detto questo come posso fare per avere lo stipendio di un calciatore mi basta una mensilità di quello che guadagna 500 000 euro al mese …. non so voi!

declino

NOn ci sono dubbi che il Milan è in declino ma le reazioni nevrotiche e nichiliste dei tifosi che vogliono buttare via tutto dimostrano che non abbiamo la capacità di pensare a domani ne la capacità di aspettare.

Più le voci sono stridule diseducate e ignoranti più i commenti sono pesanti e nevrotici.
Dobbiamo essere più costruttivi non pensare al cambiamento per il cambiamento ma vedere cosa ci sia di buono e cos di meno buono per ricominciare.

Forse è per questo che i messaggi di spam hanno così tanto successo e tanta gente si indebita fino a sopra i capelli: vogliamo credere che si possa avere tutto senza fatica.
Il milan è arrivato in fondo ad un cammino ed ora dovremo ripartire … io gli chiedo solo di impegnarsi e di farmi divertire un po e di non lasciarmi davanti ad uno spettacolo desolante.

So che per uscire da questa buca di potenziale dovremo soffrire fare scelte intelligenti e non è forse molto simile a quello che dovremo fare per affrontare i momenti di difficoltà che si stanno profilando all’orizzonte?
Lavorare sodo avere pazienza e fare scelte complesse?

io ho sempre sostenuto che il calcio e i suoi tifosi fossero la metafora perfetta della nostra italica società e non ci sono dubbi che sia così … mi domando sempre com i tifosi si comporterebbero se i loro capi si comportassero con loro come si comportano con i giocatori.
Se gli dicessero male parole quando non fanno un buon lavoro, se li insultassero quando navigano su internet …
come vengono pagati 100 volte tante pre un gioco? vero si … ma all fine non penso che nel mondo del calcio ci sia beneficenza e quindi vengono pagati in maniera proporzionale al denaro che fanno girare … e quindi … il mondo non è equo ma dovrebbe dare a tutti la possibilità di arrivare a guadagnare stipendi da nababbo.
certo ci si deve rimboccare le maniche essere costruttivi e non nichilisti e non credere che ci siano soluzioni facili e senza far fatica o sofferenza e nemmeno creder eche basti aprire il portafoglio e comprarsi le cose pe risolvere i problemi ….

il calcio e l’italia nostra bella

Odda alal fine è arrivato (pagato troppo per un giocatore alla fine della carriera ma questa è un altra storia).

Per liberarsi dalla lazio il giocatore ha dovuto rinunciare ad un po di stipendi arretrati, al premio della coppia italia e ad altri emolumenti.

Dove era l’associazione giocatori in questa situazione?

Oddo non se ne è andato gratis il suo contratto, cartellino che dir si voglia è stato trasferito al milan dietro pagamento in contanti e in giocatori tutto alla lucce del sole quindi perchè la Lazio non ha liberato il calciatore e basta ?

No dopo che oddo aveva accettato di spalmare i crediti verso l’azienda su più anni si è sentito dire senti questi non te li diamo visto che sei andato via …. il premio per la coppia italia del 2003 no quello no perchè te ne sei andato vi pare una cosa civile? non è una di quelle cose che l’associazione calciatori dovrebbe tutelare?

Non tanto per oddo che andrà a prendere un sacco di soldi e si troverà a riguadagnare tutti quei soldi in molti modi ma perchè se facessero la stessa cosa al bicefalo di turno lui ci perderebbe e basta.

I contratti sono stati firmati i premi  a vincere sono stati pattuiti e tutto è nero su bianco mi pare … e la cessione del giocatore fa parte delle regole di un gioco dove l’uomo non è più una proprietà della squadra ma un suo collaboratore a contratto.

In america quando alex rodriguez che aveva un contratto incredibile è andato a prendere una cifra incredihile ma sermpre altissima con i red sox l’associazione giocatori di basebella ha detto " no ha un contratto garantito non può andare a prendere meno " e lui è andato agli yankees … capito ?

Il sindacato doveva tutelare oddo e la società doveva pagare tutto lo spettante e al massimo chiedere una penalità se questa fosse stata presente nel contratto e invece ha t rattato come al mercato del pesce la cessione del giocatore e poi ha fatto quel numero al suo dipendente …

Non vi è rispetto epr la persona e lo so che sono solo calcitatori ma gli attori di questa farsa rappresentano un bello spaccato di questo nostro paese fatto stivale perchè ti prende a calcio nel culo.

 

tfr

Ok i soldi del tfr passano dalle aziende all’inps ( quelli che non vanno nei fondi pensione …) ma la mia domanda è questa.

Con in fondi pensione faccio un investimento che può essere modulato e ponderato mediando rischio e redditività.

Il TFR è uno stipendio differito:sono soldi che l’azienda mette via per me e che usa per finanziarsi ad un tasso agevolato (3%).

Con la legge sulla previdenza di Maroni e C. ( quella che doveva partire a gennaio 2008) io potevo scegliere se lasciare i miei soldi in azienda oppure se trasferirli ad un fondo pensione.

I soldi lasciati in azienda mi sarebbero stati liquidati alla fine del rapporto di lavoro oppure secondo le norme vigenti (ristrutturazione acquisto della casa o per spese sanitarie e quant’altro).

I soldi che andranno nei fondi pensione sono investiti e quindi dovrebbero maturare e permettermi di riempire il gap tra stipendio e pensione in modo da garantirmi lo stesso tenore di lavoratore con quello di ex lavoratore.(forse se tutto va bene e i soldi sono stati investiti bene … ma mi si dice che in borsa sui 30 anni non si può perdere lo dice la statistica … la scienza del pollo *….)

Il soldi che vanno all’inps e che vengono usati per riempire il buco di bilancio e compagnia danzante mi vengono restituiti dallo stato quando mi trovo a logorare le scarpe in giro per la città alla ricerca di un lavoro da cameriere? e se con l’azienda avevo delle garanzie che questo "pagamento" sarebbe avvenuto in tempi relativemente brevi con lo stato subirà tutti gli intoppi e le deviziazioni che la burocrazia statale è capace di mettere in gioco quando ti deve dare soldi?

Sono domande cui non ho trovato risposta sui giornali …. e le possbilità sono 2

1, le cose sono peggio di come me le immagino e quindi quesi soldi vanno in fanteria diventano una tassa abbastanza cospicua che mi viene sfilata dal portafoglio virtuale. Tassa che non provoca contraccolpi subito ma che sicuramente è una mazzata quando quei soldi servono

2 le cose sono come nel paradiso del lavoratore e i soldi sono in mano allo stato e con una semplice richiesta con un moduloi prestampato e la documentazione comprovante le motivazione per cui li voglio essi mi verranno elargiti da quella mano santa e benedetta che è quella della pubblica amministrazione.

Il tempo ci dirà … e io ho un sospetto : vedrete che si parlerà della legge degli alcolici e di tante altre cose minori ( seppure a parer mio liberticide) e non di cosa voglia realmente dire questa finanziaria anche per i non riccastri o ricconi … (posto che con 70 000 euro l’anno un mutuo e tutto il resto una famiglia … )