di spazi bianchi sul giornale e di echi di primavera

Ho sempre camminato leggendo, un tempo il giornale o un libro adesso il cellulare e ho sempre avuto un volto che ispirava fiducia nelle anziane signore che mi trovavano per strada. Mi chiedevano e chiedono tutt’ora di aiutarle a prendere le cose negli scaffali alti, mi chiedono informazioni … e una signora a Riccione si raccomandò di rimanere sempre un ragazzo pulitoe ed educato e di non cadere nelle tentazioni della vita della città … (come se uno andasse a riccione per fare vita monacale … che poi l’abbia fatta questa è un’altra storia)

Un giorno mentre fermo al semaforo consumavo con occhi avidi le notizie del giorno una anziana signora mi saluta con fare bonario e mi dice “il giornale è pieno solo di brutte notizie legga gli spazi bianchi.” Ho sorriso alla vecchietta e sono passato a leggere le ultime mirabolanti campagne acquisti del Milan, oasi di pace e di sogni in un mare di notizie men che serene.

Oggidi leggere il giornale è un innno alla depressione … la terza pagina non esiste più, la pagina sportiva è, soprattutto per i milanisti, un inno alal decandeza con il sapore acre dell’incendio di Roma e le grida del sacco dei Barbari che si portano via i gioielli della città eterna.

In mezzo ad articoli di costume che sembrano innegenti al o tempora o mores, articoli di politica che ci mostrano non solo il latrocinio imperante della nostra classe politica ma anche la loro pochezza intellettuale oltre che morale.
Sembra che l’autore della storia italiana sia diventato il Verda o qualche suo emulo verista e noi ci sentiamo sempre più poveri, sempre più derellitti.

Leggendo i giornali il mondo sembra sempre più sporco incazzato ed in guerra non so  bene se sia causa o conseguenza della crisi ma l’umanità pare aver perso ogni serenità e fiducia verso il futuro e leggere il giornale ogni mattina ti porta in un abisso di tristezza che porta poca speranza nell’iniziara la giornata lavorativa …

La signora incontrata per strada nella sua semplice saggezza aveva ragione perchè informarsi rende tristi e depressi e ci fa sentire impotenti come se ci avessero tagliati le mani, ma è anche vero che senza guardare in faccia il nemico non possiamo affrontarlo e se non lo affrontiamo non possiamo rendere questo mondo migliore e cercare di uscire dalle sabbie mobili dove l’umanità intera sembra essersi calata quella sensazione sgradevole del correre per rimanere fermi

Siamo in un momento di cambiamento, in uno di quei momenti che quando capitano a me con il loro misto di tensione, di paura del futuro chiamo momenti parto … perchè stiamo rinascendo e come i bambini che escono dalla sicurezza ovattata del pancione della mamma siamo esposti con i nostri sensi acuti e vigili ad un mondo brutto sporco rumoroso e troppo luminoso e quindi spaventati urliamo e ci dibattiamo alla disperata ricerca di un luogo sicuro.

I neonati trovano sicurezza dentro nel caldo abbraccio della mamma e nel suo odore dolce e ricco di sicurezza e protezione, invece noi adulti possiamo solo muoversi occhi acuti a cercar di rendere il mondo attorno noi migliore.

Con un sorriso una carezza e cercando di godersi i momenti belli che piccoli come fiori che spuntano in mezzo alla neve possono illuminare il nostro mondo e regalarci un sorriso anche nei momenti più cupi e scuri della nostra vita

un paese gattopardesco

La consuetudine di 20 anni di berlusconismo ci avevano insegnato che il pdc doveva avere il supporto del popolo e che quindi doveva essere eletto il leader della coalizione vincente.

non vinte le elezioni Il Bersanone (leader della coalizione con la maggioranza alla camera) si è sfilato. Dal caos è emerso letta (vicepresidente del partito di maggioranza della coalizione) ha formato un governo che non ha fatto niente.

Intanto sempre il pd ha eletto il suo segretario (con una cosa sicuramente democratica con regole lasche per identificare i votanti ) e questo ora sale dal soglio di presidente del consiglio.

la costituzione (la migliore del mondo, scritta dagli uomini più saggi dai tempi degli illuministi) non è mica stata infranta.

E’ stato infranto tutto quello per cui renzi si era presentato alle primarie e se fossi un elettore del PD sarei scettico , se fossi uno del movimento 5stelle sarei incazzato essendo un elettore liberale senza casa dico vediamo cosa fa … andare alle elezioni adesso cosa cambierebbe?

avremmo un enorme voto di protesta che rappresenta al meglio il nichilismo depresso e senza speranza per il futuro che è proprio di questa Italia (e forse di questo occidente).

Che salga al potere e faccia quello che ha detto: al massimo avremmo le riforme di cui il paese ha bisogno (essendo lui narciso come tutti i politici no saprà governare contro la piazza temo) al peggio avremo un governo inconcludente come questo …

Ricordo ancora come fosse ieri quando demita divenne presidente del consiglio (credo non dopo elezioni) radio due titolò con retorica degna del Minculpop “in un momento grave per il paese la DC risponde con il suo massimo esponente il suo segretario de mita”

In soldoni non è cambiato niente in 20 anni di iper italianità rappresentata da berlusconi e dal suo caravan serraglio di donnine più o meno allegre e di consuleti più o meno rampanti.

E’ cambiato il modo che abbiamo di percepire le cose e la voglia di far polemica dei mezzi di informazione che sono incatenati a padroni diversi invece che allo stesso…

Sono felice? per nulla vorrei un riforma costituzionale vorrei che ognuno di noi partisse dal concetto che siamo noi cittadini che possiamo invertire la tendenza delle storture del paese mettendo in pratica quel vivere civile che agognamo.
Vivere che rappresenta il rispetto del prossimo, della cosa pubblica e che parte dal presupposto che il lo fanno tutti non è una scusa decente … è solo una pettinata per pigri …

Cosa posso fare per il momento? lavorare sodo, cercare di portare il mio pizzico di miglioramento al paese lottando anche contro le storture (in)organizzative del mio posto di lavoro.

Le lamentele al vento contro i politici con lo stesso tono con cui ci si lamentava di zeus, o del tempo serve a nulla …

Potremmo scendere in piazza, ma sarebbero manifestazioni degne di una processione dietro al santo.

Lavorare lavorare lavorare (se ce le permettono) ed educazione e rispetto del prossimo di noi stessi sempre …

insegnamenti dalla natura

 

zanzara desolata

Stamane uscendo di casa ho notato una zanzara educatamente appollaiata sulla mia porta blindata, proprio sotto lo spioncino, come se stesse chiedendo sommessamente di entrare.

io l’ho guardata. l’ho salutata e l’ho schiacciata al motto “ammazzarne una per educarne 1000″.

Poi la mia mente è corsa verso quella decina di sue sorelle, cugine ed amiche che sono entrate tutta notte e hanno fatto strazio del mio corpo mangiandomi ogni cm della pelle.

Loro meno educate e perfettine hanno ottenuto quello che volevano, qualcuna è stata schiacciata dalla mie palettate nel sonno ma molte sono sopravvissute e hanno fatto del sangue il loro nutricamento.

Ecco mi è parsa un po’ una metafora della vita da giungla di questo paese: se ti prendi quello che vuoi con la forza ottieni di più che a a stare li buono buono ed aspettare il tuo turno … che ne dite?

e basta

Questo finto scandalo pauperistico per i compensi dei conduttori, ospiti delle varie trasmissioni tv mi ha francamente rotto.

Nel momento stesso in cui la RAI conduce la battaglia audience è ovvio che ogni singolo programma vive anche dei personaggi che fanno parlare del programma e cha attraggono il massimo numero di spettatori.

Questi personaggi  costano e quindi vengono pagati secondo il loro valore di mercato. Se la loro presenza massima lizza l’audience e quindi gli introiti pubblicitari tanto da far chiudere in attivo il singolo programma  e magari di un attivo maggiore che se non fossero stati presenti questi personaggi allora è giusto lo stipendio che viene passato per le comparsate.

Io non mi indigno per gli stipendi di società che siano gestite in maniera bilanciata dove tutti ricevono il loro giusto stipendio senza che il conto economico della stessa ne soffra.

Il problema è se alcuni prendono troppo poco e altri prendono troppo e soprattutto se il conto economico della singola attività è in rosso.

La RAI ha enormi problemi di sprechi ma non sono quelli dei soldi dati ai Benigni del caso.

variabili stocastiche

Stocastico è uno di quei termini che non mi entra mai in testa, come scatologico. Ogni volta ne cerco il significato ma non me lo ricordo mai.

Con scatologico ho perso le speranze, con stocastico invece finalmente forse ho capito.

Le variabili stocastiche sono quelle il cui risultato è dovuto sia a fattori statisticamente prevedibili che a fattori imprevedibili.

Ogni nostra azione secondo me è stocastica perché in un ambiente aperto, quindi soggetto ad influenze esterne ci sono dei fattori statisticamente imprevedibili perché i sistemi sono caotici, non possiamo vedere l’ìntero intersecarsi di azioni e reazioni.

La stocasticità della vita è quella che ce la rende imprevedibile e che la rende bella: se tutto fossi ben prevedibile non avremmo sorprese.

Certo spesso noi diamo alle sorprese delle connotazioni negative perché gli imprevisti sono spesso intralci, ma alcune volte le sorprese gli eventi inattesi mettono in moto delle reazioni che ci portano in un posto migliore dove non avremmo mai pensato di poter finire.

Quando ancora coltivavo la mia vena di scrittore spesso i miei racconti partivano da questo presupposto piccoli eventi che provocano fastidio iniziale ma che portano ad una felicità finale molto diversa da quella che inizialmente si era perseguito.

Probabilmente lo facevo per esorcizzare la mia paura intrinseca dell’imprevedibile perché alla fine la stocasticità dell’universo mi spaventa e mi affascina perché vorrei poter prevedere sempre tutto nei minimi dettagli anche se non sempre le previsioni che formulo sono proprio così ottimistiche sul futuro.

difetti genetici

Quello che segue è una prefica parascientifica costruita su conoscenze ammucchiate qua e là non un discorso ex catedra solo un pensiero vagolante.
Ormai la genetica è la causa di tutto … ogni nostro comportamento è ormai stato ricondotto ad un pezzo del nostro genoma, e i comportamenti che si discostano dalla media sono dovuti a dei “difetti” di alcuni segmenti del nostro dna.
I difetti del genoma, le mutazioni della sequenza nucleotidica sono anche fattori che portano all’evoluzione.
La normalizzazione di un genoma uguale per tutti vorrebbe dire anche non evolvere più e se scompariranno i difetti che ci fanno fastidio forse scopariranno anche i pregi evolutivi.
L’ambiemte è un cofattore importnte dell’evoluzione e forse considerando difettosi i ragazzini tropo vivaci o quelli troppo poco vivaci andiamo a costruire una società omgeneizzata che mi fa schifo.

Oltretutto in questo nostro mondo sempre alla ricerca di nuovi idoli la genetica è divantato il nuovo agnello d’oro e tutti concentrati nell’adorazione della sua brillante genialità dimentichiamo fattori ambientali famigliari nell’evoluzione del carattere e del comportamento. Ecco forse dovremmo ricordarci che i geni rappresentano un aristotelica in potenza che poi deve tramutarsi in atto (se non ricordo male) e cercare di non venerare la genetica e di non sognare un mondo dove siamo tutti perfettamente omogenei ed uguali.

Certo poi la ricerca genetica potrà aiutarci ad eliminare i difetti che portano a patologie e malformazioni molto forti ma cerchiamo di non pensare di aver trovato il genoma perfetto e di sfornare uomini e donne tutti uguali se non per qualche optional come l’altezza, lil colore degli occhi, la dimensione dei fattori sessuali e secondari etc etc etc … anche la scarso crinitura alla fine non è che sia così male … si risparmia con il parrucchiere (si si lo so la volpe e l’uva fedro etc etc … ma passatemela )

tuoni letterari

ogni volt che sento un temporale in lontananza mi viene in mente cipi e il suo primo temporale la sua paura il suo stupore per qulle cannonate.
Cipì è davvro un bel libro sulla scoperta del mondo che dovrebbe essere letto da tutti i bambini dolce semplice ricco di piccoli sorrisi

wow

1 quasi quasi stamane fa freddo
2 il milan ha cominciato dandoci certezze oddo jankulosky sono pronti per la partenza
3 la Ferrari non riesce a godersi nemmeno una vittoria
4 tra 2 giorni sono al mare …. finalmente

e basta

va bene che siamo in un periodo iconoclasta, che non esistono idoli e quelli che c’erano vanno tirati giu dal loroi piedistallo ma cosa pensano di ottener quelli della dc comics.

Prima uccidono Batman (bruce wayne) all’apice dell’ultima crisi …. lo sostistuscono con dick grayson ( il primo robin) e al suo fianco mettono il figlio segreto che bruce wayne ha avuto con la figlia di ra (suo grande nemico anche nei film che tanto successo hanno avuto al botteghino)
il robin attuale (tim drake) diventa red robin e il robin di mezzo che non mi ricordo come si chiamava torna dai morti ed è diventato un nemico mortale di batman.

Sarò io ma preferisco quando i fumetti erano batman che cercava di trovare il nemico di turno semplici lineari e non una specie di brutta copia di una soap opera …. certo i fumetti sono migliorati come scrittura e disegno ma …

Adesso abbiamo superman che per un certo periodo qualche anno fa è tornato a casa in un mondo dei sogni adesso invece dopo aver salvato la città nella bottiglia si trova esiliato dalla terra perchè i kriptoniani sono un pericolo.
Il cacciatore degli extraterrestri è il padre della moglie di Clarke cant il generale lane.
Adesso superman è stato incastrato ed è diventato il male assoluto il simbolo di tutto quello che c’ del marcio nel mondo.

Certo uno potrebbe pensare che sia un’arguta metafora di quello che succede nel mondo con gli stati uniti che non sono più il simbolo del bene assoluto
Poichè io sono un animo semplice preferivo superman allegramente sposato che si fa la barba con il raggio lase dei suoi occhi, con un cane brichino dai superpoteri che salva il mondo dai maneggi di lex luthor e da minacce ipergalattiche.

Proprio per questo probabilmente adoro batman e superman fumetto in cui di due eroi fanno gli eroi come si deve e mostrano il loro diverso modo di affrontare le difficoltà, e nel loro essere completamente diversi si controbilanciano.

A non dimentichiamo che nella serie dell’estate la lanterna nere fanno la loro comparsa e le lanterne non sono solo verdi ma gialle blue e non ricordo cosa …
Insomma le lanterne nere arrivano e arruolano tutti i morti dell’universo dc pare che vogliano prendere anche quelli ceh morti erano ma sono risorti:

clark kent (superman)
green arrow
tim allen ( flash numero 2)
e poi non mi ricordo più …

ancora una volta mi sa che stiano facendo un gran casino ma siccome continuo a leggere i fumetti …