campagna acquisti

24/08/2006 at 9:14 pm

IN questa estate arricchita da un ristoratore chiacchierone e da un amministratore delegato mugugnate e da un presidente amante della notte e dei lapilli vulcanici pare che il Milan abbia perso la capacità di fare campagna acquisti.

Dopo che sheva se ne è andata con una scusa più ridicola del con lei era solo sesso … o del cara non mi meriti sei troppo per me gli uomini di mercato si aggirano per l’europa con i soldi in mano.

Il buon amministratore delegato e il suo fido assistente dal ciuffo ribelle paiono due che sono stati mandati in città con i soldi del paese per portare a casa le vacche nuove per il paese.
Si aggirano per il mercato con i loro soldi in mano, li contano e li ricontano per essere sicuri che siano ancora li … quando vedono qualcosa che gli piace chiamano a casa il presidente disturbandolo mentre gioca con il vulcano e gli chiedono ancora dei soldi.
Intanto che il presidentissimo si asciuga le mani dalla lava al formaggio (così almeno hanno fatto la lava in un noto film di fine anni 90) qualcuno gli soffia l’oggetto del desiderio e così si rimettono in circolo e passano la notte a parlare con un altro presidente con una discussione il cuo tenore pare essere questo

" ci date ronnie"
" ci date kaka"
" ci date ronnie?"
" noi vogliamo kaka"
"ronnie "
" kaka" "ronnie "
" kaka"
"ronnie "
" kaka"

poi si va a nanna il mattino dopo incontro con il fratello di ronalnho che gli dice
" allroa ronaldinho può partire da barcellona"
" guarda forse ma io ho un affare fantatsico un giocatorino che fa un sacco di goal… gli piacciono le ferie ma quando arriva a che goal che fa"
detto con aria di chi sta offrendo l’affare del secodlo (tipo le scatole con dentro le telecamere fatte di mattoni)

….

alla prossima giornata la prossima puntata dei due milanesi alla plasa de toros (o come si scrive)